Servizi educativi 0-6

Sistema Integrato 0-6

Lo scorso 25 gennaio 2018 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale Il Piano di azione nazionale per la promozione del Sistema integrato di educazione e di istruzione per i bambini da 0 a 6 anni.

Tale piano definisce le risorse e gli interventi necessari per attuare i punti della riforma degli asili nido e delle scuole materne.

La riforma 0-6 anni nasce con l’obiettivo di costruire un sistema di istruzione integrato nella fase più delicata del percorso educativo; tra le novità vi è anche l’introduzione dell’obbligo di laurea per insegnare sia negli asili nido sia nelle scuole materne.

Con il sistema integrato di educazione e istruzione per i bambini dalla nascita fino ai 6 anni si intende promuovere la continuità nel percorso educativo e scolastico, riducendo svantaggi sociali e culturali e promuovendo la qualità del percorso formativo.

Secondo quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 65 del 13 aprile 2017, i servizi educativi per l’infanzia vengono articolati in:

  • Nidi e micronidi, per bambine e bambini tra 3 e 36 mesi
  • Sezioni primavera, per bambine e bambini tra 24 e 36 mesi
  • Scuole dell’infanzia, per bambine e bambini da 3 a 6 anni

Un altro aspetto importante del sistema integrato di istruzione per i bimbi da 0 a 3 anni è rappresentato dai servizi integrativi, che sono articolati sulla base dei bisogni delle famiglie e si dividono in:

  • Spazi gioco, per bimbi da 12 a 36 mesi affidati a uno o più educatori
  • Centri per bambini e famiglie, per bimbi dai primi mesi di vita accompagnati da un adulto
  • Servizi educativi in contesto domiciliare, per bimbi da 3 a 36 mesi

Unità Didattiche Educative

I servizi per l’infanzia zero-sei del Comune di Palermo sono distribuiti e ripartiti in Unità Didattiche Educative (o U.D.E.).

Ad ogni U.D.E. afferiscono asili nido, scuole dell’infanzia comunale, sezioni primavera e servizi integrativi, che sono gestite dal responsabile di unità.

Con Determinazione Dirigenziale n. 366 del 14/11/2018 il Settore Educazione, Istruzione e Formazione ha adottato la riorganizzazione delle Unità Didattiche Educative, che suddivide le scuole dell’infanzia comunali e gli asili nido tra le 4 U.D.E. cittadine.

Nella tabella in basso sono riportati i dati relativi alle 4 U.D.E.:

U.D.E. Responsabile Segreteria Telefono Email
I Dott. Giacomo Piraino via Lincoln, 121 091 7403408 primaude@comune.palermo.it
II D.ssa Margherita Greco via Paratore, 13 091 6470882 secondaude@comune.palermo.it
III D.ssa Silvia Merendino via G. Galilei, 36 091 6810636 terzaude@comune.palermo.it
IV D.ssa Francesca Mazzola via Germania, 8 091 6529381 quartaude@comune.palermo.it

Coordinamento Pedagogico

Per assicurare l’unità di indirizzo educativo e gestionale dei servizi educativi rivolti alla fascia 0-6 anni (scuole e nidi d’infanzia, sezioni primavera, servizi integrativi), sia a gestione diretta che indiretta (privata accreditata e in appalto), con disposizione di servizio del 23 gennaio 2019 sono stati costituiti un Gruppo di Lavoro Pedagogico Centrale e un Gruppo di Lavoro Pedagogico Decentrato.

Tali organismi si occupano della:

  • realizzazione di momenti di collegamento e armonizzazione pedagogico-educativi dei servizi per l’infanzia
  • coerenza degli interventi sul piano organizzativo e gestionale
  • cura dei rapporti con le strutture private accreditate al fine di garantire la partecipazione delle stesse al sistema integrato dei servizi per l’infanzia

Più specificamente, i componenti del Gruppo di Lavoro Pedagogico Centrale hanno il compito di promuovere lo sviluppo culturale e sociale dei servizi educativi, elaborando ipotesi pedagogiche, linee metodologiche e modalità di verifica e valutazione.

Di concerto con il Gruppo di Lavoro Decentrato, che opera direttamente con le singole realtà operative delle scuole, dei nidi d’infanzia e dei servizi privati accreditati, entrambi gli organismi si occupano di assicurare la qualità, l’efficienza e la trasparenza dei servizi prestati, nonché delle modalità organizzative, delle forme di integrazione con il territorio e di partecipazione con le famiglie.