Breve guida al servizio di scuola dell’infanzia per l’anno scolastico 2019/20

A chi è destinato il servizio?

Sono ammessi alla scuola dell’infanzia i bambini e le bambine dai 3 ai 5 anni (compiuti o da compiere entro il 31/12/19).

In base a quanto previsto dalla circolare del MIUR n. 1892 del 7/11/2018, su richiesta delle famiglie, possono, altresì, essere iscritti alla scuola dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono tre anni di età entro il 30 aprile 2020.

Al fine di garantire qualità pedagogica, flessibilità e specificità dell’offerta educativa in coerenza con la particolare fascia di età interessata, l’inserimento dei bambini ammessi alla frequenza anticipata può essere disposto alle seguenti condizioni:

  1. disponibilità dei posti ed esaurimento di eventuali liste di attesa
  2. conseguimento della piena autonomia del bambino nelle condotte di base (deambulazione, controllo sfinterico, alimentazione, uso dei servizi igienici)
  3. valutazione pedagogica e didattica da parte del collegio dei docenti dei tempi e delle modalità di accoglienza che, in linea di massima, può seguire le seguenti indicazioni in relazione alla verifica dell’effettiva esigenza individuale degli alunni

I bambini nati entro il 31 gennaio potranno essere ammessi alla frequenza a partire dal mese di settembre.

I bambini nati dal 1 febbraio al 30 aprile potranno essere ammessi alla frequenza dal mese di gennaio, al rientro delle vacanze natalizie.

Come ci si iscrive al servizio?

Le iscrizioni presso le Scuole dell’Infanzia Comunali per l’anno scolastico 2019/2020 sono aperte dal 7 gennaio 2019 al 31 gennaio 2019.

Gli interessati possono presentare domanda di ammissione alla scuola dell’infanzia presso la struttura che ricade nella circoscrizione in cui:

  • risiede il nucleo familiare (entrambi i genitori, un genitore, un tutore o affidatario)
  • almeno un genitore vi presti attività lavorativa
  • risiedono i nonni
  • ricade un istituto comprensivo o superiore frequentato da un fratello

Le istanze dei bambini non residenti nel Comune di Palermo verranno considerate nei limiti dei posti disponibili una volta esaurite le istanze dei residenti.

La domanda d’iscrizione deve essere presentata entro e non oltre il 31 gennaio 2019 nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e il mercoledì dalle ore 15.30 alle ore 17.30:

La domanda d’iscrizione deve essere sottoscritta da uno dei genitori o da chi esercita la potestà sul minore.

Entro i medesimi termini e secondo le stesse modalità, i genitori dei bambini già frequentanti dovranno presentare istanza di riconferma iscrizione, pena la decadenza.



Come gestire una richiesta di trasferimento?

Eventuali richieste di trasferimento presso altre scuole devono essere presentate seguendo le stesse modalità descritte per la presentazione della domanda di iscrizione.

Nel modulo andrà indicata la motivazione alla base della richiesta di trasferimento che potrà essere scelta tra le seguenti:

  • variazione di domicilio del nucleo familiare
  • variazione sede di lavoro dei genitori
  • variazione di domicilio dei nonni
  • variazione dell’istituto comprensivo o superiore pubblico statale o paritario frequentato da un fratello/sorella

Come si formano le graduatorie?

Le segreterie delle U.D.E., entro il 18 gennaio, verificheranno se tutti gli alunni frequentanti le sezioni di loro pertinenza hanno prodotto domanda di riconferma e, qualora risultassero bambini non riconfermati, sono tenute a contattare le famiglie per verificare se abbiano effettuato domanda di iscrizione presso altra scuola ovvero invitarle a presentare l’istanza di riconferma entro il 31 gennaio, pena la decadenza del diritto alla frequenza.

Le U.D.E. successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle istanze, provvederanno alla formulazione dell’elenco dei bambini riconfermati, al fine di rilevare il numero dei posti disponibili in ciascun plesso.

Qualora il numero di domande d’iscrizione risulti superiore a quello dei posti disponibili, che residuano dopo le riconferme dei bambini già frequentanti, le U.D.E. formuleranno, per ciascun plesso, la relativa graduatoria, nel rispetto delle priorità assolute di seguito indicate e secondo il criterio della maggiore età anagrafica:

  1. bambini “diversamente abili gravi” certificati dall’ASP con diagnosi funzionale o che siano in godimento della legge 104/1992 o dell’assegno scolastico ai sensi della L. 289/90
  2. bambini in situazione di disagio familiare/sociale avviati dal tribunale
  3. 10% dei predetti posti disponibili in ogni plesso ai bambini provenienti dagli Asili Nido Comunali, dalle strutture accreditate con provenienza dalle liste d’attesa degli asili nido comunali e dalla sezione Primavera.

Nel rispetto delle norme sulla privacy, nelle graduatorie in pubblicazione, non dovrà essere indicato alcun riferimento relativo alle precedenze assolute, mentre nelle graduatorie ad uso interno potrà essere riportata la dicitura “priorità assoluta”.

I Responsabili di U.D.E. dovranno tenere conto che in ogni sezione, in presenza di un alunno diversamente abile “grave”, il numero degli alunni dovrà essere ridotto a 20; conseguentemente, nel caso risultino un numero di iscrizioni di alunni diversamente abili gravi superiori al numero di bambini che possono essere inseriti per ogni sezione, gli stessi dovranno essere inclusi nella graduatoria secondo il criterio della maggiore età anagrafica, inserendo nella medesima, in coda alla lista d’attesa, i predetti bambini in esubero, che potranno frequentare solo in caso si renda disponibile un posto relativo ad altro bambino diversamente abile grave (per rinuncia o perdita del diritto al posto per assenze ingiustificate superiori a 10 gg. consecutivi).

Nel caso si verifichi un numero di iscrizioni di alunni provenienti dagli Asili Nido Comunali superiore al 10% dei posti disponibili in ogni plesso, nella formulazione della lista d’attesa ad uso interno si dovrà indicare “priorità assoluta” e graduare secondo l’età anagrafica, unitamente agli altri bambini, in modo da consentire l’accesso, sia nel caso in cui si liberi uno dei predetti posti distinto da “priorità assoluta”, sia nel caso in cui si liberi un posto comune.

I bambini che compiono 3 anni entro il 30 aprile dovranno essere inseriti in graduatoria con un asterisco (*) a margine che riporti la seguente indicazione: “La frequenza anticipata può essere disposta subordinatamente alla disponibilità di posti e alla precedenza dei nati che compiono tre anni entro il 31 dicembre 2019, al conseguimento della piena autonomia del bambino nelle condotte di base (deambulazione, controllo sfinterico, alimentazione, uso dei servizi igienici) e della valutazione pedagogica / didattica da parte del collegio dei docenti dei tempi e delle modalità di accoglienza”.

Come funziona lo scorrimento delle graduatorie?

I bambini che non rientrano nel numero dei posti disponibili, sono inseriti in graduatoria in lista d’attesa, che conterrà, eventualmente, in coda i bambini non residenti graduati secondo i criteri sopra indicati. Ove si rendano disponibili posti nel corso dell’anno scolastico, a seguito di rinunce formali, ovvero nel caso di decadenza di cui all’ art. 13, si procederà a nuovi inserimenti previo scorrimento delle relative graduatorie.

L’Amministrazione Comunale, previa assegnazione delle risorse finanziarie, si riserva di attivare Buoni Servizio validi per l’inserimento dei bambini che si trovano nelle liste d’attesa delle scuole dell’infanzia comunali presso scuole dell’infanzia paritarie accreditate, secondo criteri che verranno definiti con successiva circolare, che verrà adeguatamente pubblicizzata.

Le domande d’iscrizione pervenute dopo il termine di scadenza stabilito sono collocate in un elenco che verrà affisso presso la U.D.E. di riferimento e comunicato all’ufficio Servizio Attività Comunali Rivolte all’Infanzia.

II suddetto elenco dovrà essere graduato in ordine di età alla data in cui si rende disponibile il posto per l’inserimento.

Quando escono le graduatorie provvisorie e definitive? Come si può fare ricorso?

La graduatoria provvisoria viene pubblicata presso la sede di ciascuna scuola entro il 4 marzo 2019.

Gli utenti possono presentare alla U.D.E. di competenza i ricorsi entro il 14 marzo 2019. Entro i successivi 10 giorni, i Responsabili di U.D.E., esaminato il ricorso, comunicano l’esito agli interessati.

La graduatoria definitiva è pubblicata entro il 3 aprile sul sito del Comune di Palermo e presso la sede di ciascuna scuola.

Ammissione alla frequenza

I bambini collocati utilmente entro il numero dei posti disponibili nella graduatoria definitiva sono ammessi alla frequenza, qualora l’accertamento d’ufficio delle autodichiarazioni rese all’atto dell’iscrizione abbia dato esito positivo in ordine al possesso dei requisiti d’accesso.

Atteso quanto sopra, i Responsabili di U.D.E. avranno cura di inoltrare all’Ufficio i seguenti atti:

  1. elenco dei bambini riconfermati
  2. graduatoria provvisoria e definitiva dei nuovi iscritti
  3. elenco per sezione degli alunni riconfermati e dei nuovi iscritti, successivamente agli accertamenti previsti per l’ammissione alla frequenza

Che costo ha il servizio?

Il servizio è completamente gratuito.