Fondi PAC per l’infanzia

Il Comune di Palermo partecipa al Programma Nazionale Servizi di Cura gestito dal Ministero dell’Interno e rivolto alla prima infanzia, ossia ai bambini fino a 3 anni. I fondi previsti dal Piano Azione e Coesione (PAC) sono destinati ai Comuni dei Distretti Socio-Sanitari (DSS) che hanno presentato progetti per la Prima Infanzia.

Il DSS 42, di cui Palermo è capofila, ha presentato un programma di interventi finanziabili sui fondi PAC per il mantenimento dei servizi già attivi e per l’ampliamento dell’offerta tramite l’attivazione di una rete di gestione integrata pubblico-privata finalizzata al potenziamento dei servizi nido e alla realizzazione di servizi integrativi.

Il PAC Infanzia, rivolto alla fascia 0/36 mesi, oltre a prevedere una serie di interventi tradizionali introduce un sistema di gestione di servizi pubblico-privato che in molte altre parti d’Italia è già una realtà consolidata, ma che costituisce a Palermo un’importante innovazione.

La collaborazione tra pubblico e privato consente infatti di aumentare notevolmente l’offerta di servizi ai cittadini riducendo al contempo tempi e costi. Attraverso la virtuosa gestione di un sistema integrato si possono garantire standard qualitativi assolutamente elevati e massima trasparenza nei processi di gestione dei servizi stessi.

Attraverso la formula dell’accreditamento, il Comune di Palermo non solo mantiene una cabina di regia sui temi amministrativo-contabili ma è in grado di gestire il sistema dei controlli rispetto all’adeguatezza degli standard strutturali ed organizzativi richiesti, costruendo, insieme ai privati, un modello di collaborazione integrato anche dal punto di vista pedagogico.

I servizi finanziati e attivi per l’anno scolastico 2019/20 sono i seguenti:

  • 1 Sezione Primavera per bambini dai 24 ai 36 mesi presso una scuola dell’infanzia comunale a gestione diretta, attiva fino a giugno 2019;
  • 5 Prolungamenti degli orari giornalieri (dalle ore 15.30 alle ore 18.30) presso i nidi d’infanzia: Braccio di Ferro, Ermellino, Libellula, Girasole, Tom e Jerry;
  • 126 Buoni Servizio per bambini che si trovano nelle liste d’attesa dei nidi comunali appartenenti alla prima e alla seconda fascia di reddito, da utilizzare presso nidi/micronidi d’infanzia privati accreditati. Ai posti che garantisce il Comune di Palermo attraverso strutture gestite direttamente si aggiungono quindi 126 posti, distribuiti nei seguenti nidi: Dimensione Bimbo 20, Econido 15, Fantabosco 13, Galileo Galilei 15, Il Mondo Incantato 17, Il Piccolo Principe 20, Kalos 1, Linus Garden 10 e Titti School 15.
  • 3 Spazi Gioco, a gestione indiretta, nelle ore pomeridiane per bambini dai 18 a i 36 mesi presso i nidi: AllodolaGrillo Parlante Topolino;
  • 1 Spazio Gioco “Pole Pole”, a gestione indiretta, con un turno antimeridiano e uno pomeridiano per bambini dai 18 a i 36 mesi presso la struttura di via Fileti.

I servizi finanziati e attivi per l’anno scolastico 2020/201

Sono stati riconfermati anche per l’a.s. 2020/2021 i servizi educativi dedicati alle bambine e bambini tra i 16 mesi ed i tre anni finanziati con i fondi del PAC Infanzia gestiti dagli Enti privati accreditati e convenzionati del sistema integrato del Comune di Palermo.

La programmazione ha previsto il riavvio dello spazio gioco pomeridiano “Topolino” dal 24 settembre e quelli presso i nidi “Allodola” e “Grillo Parlante” dall’1 ottobre fino alla fine di dicembre 2020. Ad ottobre è partito anche lo spazio gioco “Pole Pole” con un unico turno antimeridiano e fino alla tarda primavera.

Gli spazi gioco in affidamento, sospesi a causa  della emergenza sanitaria legata al Covid-19, sono proseguiti approssimativamente fino alle vacanze natalizie accogliendo bambine/i dai 18 ai 36 mesi. Nonostante le difficoltà legate alla riorganizzazione dei servizi ma spinti da un forte spirito di collaborazione, i servizi sono ripartiti in sicurezza e nel pieno rispetto delle normative per il contenimento dell’emergenza epidemiologica, per garantire alle bambine e ai bambini e alle famiglie il diritto all’apprendimento e alla socializzazione.