Fondi PAC per l’infanzia

Il Comune di Palermo partecipa al Programma Nazionale Servizi di Cura gestito dal Ministero dell’Interno e rivolto alla prima infanzia, ossia ai bambini fino a 3 anni. I fondi previsti dal Piano Azione e Coesione (PAC) sono destinati ai Comuni dei Distretti Socio-Sanitari (DSS) che hanno presentato progetti per la Prima Infanzia.

Il DSS 42, di cui Palermo è capofila, ha presentato un programma di interventi finanziabili sui fondi PAC per il mantenimento dei servizi già attivi e per l’ampliamento dell’offerta tramite l’attivazione di una rete di gestione integrata pubblico-privata finalizzata al potenziamento dei servizi nido e alla realizzazione di servizi integrativi.

Il PAC Infanzia, rivolto alla fascia 0/36 mesi, oltre a prevedere una serie di interventi tradizionali introduce un sistema di gestione di servizi pubblico-privato che in molte altre parti d’Italia è già una realtà consolidata, ma che costituisce a Palermo un’importante innovazione.

La collaborazione tra pubblico e privato consente infatti di aumentare notevolmente l’offerta di servizi ai cittadini riducendo al contempo tempi e costi. Attraverso la virtuosa gestione di un sistema integrato si possono garantire standard qualitativi assolutamente elevati e massima trasparenza nei processi di gestione dei servizi stessi.

Attraverso la formula dell’accreditamento, il Comune di Palermo non solo mantiene una cabina di regia sui temi amministrativo-contabili ma è in grado di gestire il sistema dei controlli rispetto all’adeguatezza degli standard strutturali ed organizzativi richiesti, costruendo, insieme ai privati, un modello di collaborazione integrato anche dal punto di vista pedagogico.

I servizi finanziati e attivi sono i seguenti:

  • 1 Sezione Primavera per bambini dai 24 ai 36 mesi presso una scuola dell’infanzia comunale a gestione diretta;
  • 5 Prolungamenti degli orari giornalieri (dalle ore 15.30 alle ore 18.30) presso i nidi d’infanzia: Braccio di Ferro, Girasole, Libellula, Maricò, Tom e Jerry;
  • Buoni Servizio per bambini che si trovano nelle liste d’attesa dei nidi comunali appartenenti alla prima e alla seconda fascia di reddito, da utilizzare presso nidi/micronidi d’infanzia privati accreditati e iscritti nel catalogo dell’offerta visionabile nell’apposita sezione del portale. Per l’anno scolastico 2018/2019, ai posti che garantisce il Comune di Palermo attraverso strutture gestite direttamente si aggiungono 108 posti nei nidi d’infanzia privati accreditati con un incremento della capacità di risposta alle esigenze delle famiglie palermitane.
  • 6 Spazi Gioco, a gestione indiretta, nelle ore pomeridiane per bambini dai 18 a i 36 mesi presso i nidi: La Coccinella, Grillo Parlante, Maria Pia di Savoia, Allodola, Topolino e Peter Pan;
  • 1 Spazio Gioco “Pole Pole”, a gestione indiretta, con un turno antimeridiano e uno pomeridiano per bambini dai 18 a i 36 mesi presso la struttura di via Fileti;
  • 1 Centro per Bambini e Famiglie (di prossima attivazione), a gestione indiretta, con un turno antimeridiano e uno pomeridiano per bambini da 0 a i 36 mesi accompagnati da un adulto presso la struttura Aquilone.