Breve guida al servizio di asilo nido per l’anno scolastico 2019/20

A chi è destinato il servizio?

Il servizio di asilo nido è destinato alle bambine e ai bambini da 0 a 3 anni (non compiuti alla data del 01 settembre 2019).

Possono presentare istanza anche i genitori dei nascituri, purché la data presunta del parto (certificata dal medico) avvenga entro e non oltre il 31 luglio 2019.

Come ci si iscrive al servizio?

Le iscrizioni alle strutture di prima infanzia per l’anno scolastico 2019/2020 si sono aperte a gennaio 2019.

Gli interessati possono presentare una sola domanda di ammissione al nido, presso la struttura che ricade nella circoscrizione in cui:

  • risiede il nucleo familiare (entrambi i genitori, un genitore, un tutore o affidatario)
  • almeno un genitore vi presti attività lavorativa
  • risiedono i nonni

La domanda d’iscrizione deve essere presentata entro e non oltre il 31 gennaio 2019 nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e il mercoledì dalle ore 15.30 alle ore 17.30:

  • presso la struttura prescelta
  • presso la U.D.E. di riferimento
  • presso la U.D.E. pre raccomandata a/r o via e-mail agli indirizzi indicati

La domanda d’iscrizione deve essere sottoscritta da uno dei genitori o da chi esercita la potestà sul minore; ad essa va allegato il modello ISEE con scadenza il 15/01/2020, contenente entrambi i genitori (anche nel caso in cui gli stessi non siano conviventi, ma ci sia il riconoscimento del minore da parte del genitore non coabitante) e copia del documento di identità, in alternativa può essere allegato il D.S.U. con scadenza il 15/01/2020 con l’impegno di consegnare entro e non oltre il 15/03/2019 il modello ISEE con scadenza il 15/01/2020, pena il collocamento in coda alla graduatoria generale. Non potranno essere accolte istanze prive di mod. ISEE o D.S.U..

Come gestire una richiesta di trasferimento?

Eventuali richieste di trasferimento presso un altro nido devono essere presentate seguendo le stesse modalità descritte per la presentazione della domanda di iscrizione.

Nel modulo andrà indicata la motivazione alla base della richiesta di trasferimento che potrà essere scelta tra le seguenti:

  • variazione di domicilio
  • variazione sede di lavoro dei genitori
  • variazione residenza dei nonni
  • avvicinamento alla residenza del bambino
  • avvicinamento al luogo di lavoro dei genitori
  • ricongiunzione con fratellino frequentante altro nido comunale

Come si formano le graduatorie?

I Referenti Amministrativi dei nidi e le U.D.E., successivamente alla scadenza del termine di presentazione delle istanze, provvederanno alla redazione dell’elenco dei bambini riconfermati, al fine di rilevare il numero dei posti disponibili in ciascun nido.

Qualora il numero di domande di iscrizione risulti superiore a quello dei posti disponibili, che risultano dopo le riconferme dei bambini già frequentanti, le U.D.E. formuleranno, per ciascun nido, la relativa graduatoria sulla base delle seguenti priorità:

  1. minori con Decreti Tribunale da cui si evinca il disagio del minore all’interno del nucleo familiare
  2. bambini in situazioni di handicap che usufruiscono dei benefici della Legge 104/92 o che hanno la pratica in itinere
  3. minori segnalati e presi in carico dai Servizi Sociali
  4. bambini conviventi e residenti con un solo genitore
  5. bambini con padre, madre, fratello o sorella beneficiari della Legge 104/92
  6. bambini che hanno fratelli che frequentano e che risultano riconfermati alla frequenza
  7. figli di genitori entrambi lavoratori
  8. figli di genitori di cui uno lavoratore
  9. figli di genitori entrambi disoccupati
  10. bambini gemelli senza alcuna discriminazione tra i due o più gemelli onde evitare la separazione
  11. Bambini appartenenti a famiglie numerose con almeno 4 figli inseriti nello stesso stato di famiglia.

Nel rispetto delle norme sulla privacy, nelle graduatorie in pubblicazione, non dovrà essere indicato alcun riferimento relativo alle precedenze assolute, mentre nelle graduatorie ad uso interno potrà essere riportata la dicitura “priorità assoluta”.

Come funziona lo scorrimento delle graduatorie?

Ai bambini in lista d’attesa nella graduatoria saranno assegnati gli eventuali posti che si renderanno disponibili. Nel caso in cui la graduatoria della sezione risulti esaurita, si scorrerà quella della sezione precedente e si ammetterà il bambino che, nel frattempo, abbia maturato l’età corrispondente. Nel caso in cui non sarà possibile, l’ufficio informerà gli asili limitrofi dei posti vacanti.

Quando escono le graduatorie provvisorie e definitive? Come si può fare ricorso?

Le graduatorie provvisorie vengono pubblicate entro il 30 marzo nel nido di pertinenza, nella U.D.E. presso cui si è effettuata l’iscrizione e sul sito internet del Comune di Palermo.

Si può presentare ricorso presso le U.D.E., entro e non oltre 10 giorni dalla data di affissione della graduatoria. La valutazione del ricorso avviene entro 20 giorni dalla data di presentazione dello stesso. Per i ricorsi inoltrati con raccomandata postale, si fa riferimento alla data del timbro postale, gs. art. 7 del Regolamento asili nido.

Le graduatorie definitive sono rese note entro il 20 maggio con le stesse modalità previste per la pubblicazione delle graduatorie provvisorie.

Ammissione alla frequenza

I bambini collocati utilmente entro il numero dei posti disponibili nella graduatoria definitiva sono ammessi alla frequenza, qualora l’accertamento d’ufficio delle autodichiarazioni rese all’atto dell’iscrizione abbia dato esito positivo in ordine al possesso dei requisiti d’accesso.

I genitori dei minori ammessi alla frequenza e dei minori riconfermati dovranno produrre entro il 30 luglio e consegnare presso l’asilo di appartenenza:

  1. certificato rilasciato dal pediatra di base che attesti l’idoneità all’ammissione al nido sulla base della normativa vigente
  2. versamento della quota contributiva

I genitori dei bambini nati entro il mese di luglio devono presentare la stessa documentazione unitamente all’autodichiarazione di nascita presso l’asilo di appartenenza entro la prima settimana di settembre.

In caso di mancata presentazione o incompletezza della documentazione, l’Amministrazione provvederà a richiedere di produrre, entro un congruo termine l’integrazione documentale, pena l’esclusione del minore allo spirare infruttuoso del termine.

In caso di rinuncia o decadenza, la quota contributiva pagata non verrà rimborsata.

Nel caso in cui l’Amministrazione attivasse il servizio in nuove strutture, anche nel corso dell’anno scolastico, si provvederà ad emanare appositi avvisi relativi alle iscrizioni.

L’Amministrazione potrebbe essere obbligata a ridurre l’orario o a chiudere le strutture all’inizio o nel corso dell’anno scolastico per ragioni di manutenzione e/o ristrutturazione, di salute, sicurezza, igiene o altro.

Che costo ha il servizio?

L’Amministrazione comunale fissa l’entità della quota contributiva a carico degli utenti sulla base del valore ISEE del nucleo familiare e della fascia oraria di fruizione del servizio, desumibile dalla tabella di seguito riportata.

TARIFFE SERVIZIO*
Tariffa mensile (dal lunedì al venerdì)
Valore ISEE Fino alle 13.30 Fino alle 15.30 Fino alle 17.00 Fino alle 17.30
da 0 a 5,000.00 € 12,50 € 16,00 € 18,00 € 19,00
da 5,000.01 a 10,000.00 € 50,00 € 62,50 € 71,87 € 75,00
da 10,000.01 a 15,000.00 € 110,00 € 138,00 € 158,00 € 165,00
da 15,000.01 a 30,000.00 € 173,00 € 212,00 € 248,00 € 259,00
da 30,000.01 a 60,000.00 € 200,00 € 250,00 € 287,00 € 300,00
da 60,000.01 a oltre € 250,00 € 312,50 € 359,37 € 375,00
* RIDUZIONE DELLA RETTA DEL 50% PER I FIGLI FREQUENTANTI, OLTRE IL PRIMO, A CONDIZIONE CHE IL REDDITO ISEE NON SIA SUPERIORE A € 15.000,00