Concorso ‘Tricolore vivo’: festa di premiazione a Villa Pajno per i vincitori

Concorso ‘Tricolore vivo’: festa di premiazione a Villa Pajno per i vincitori

Un premio ai migliori testi, disegni, immagini fotografiche, video proposti da bambini, bambine e ragazzi che hanno partecipato al concorso ‘Tricolore vivo’.

La cerimonia conclusiva della XV edizione dell’iniziativa, rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo e secondo dell’isola per sensibilizzare i giovani, fin dall’infanzia, sui valori della Carta costituzionale, dell’inno nazionale e al rispetto del tricolore, simbolo dell’unità repubblicana e democratica, si è tenuta questa mattina a Villa Pajno, alla presenza del prefetto, Giuseppe Forlani, dell’assessora alla Scuola, Giovanna Marano, della presidente del CeSVoP, Giuditta Petrillo, e del presidente AGe Sicilia, Sebastiano Maggio, assieme ai dirigenti scolastici coinvolti.

Il concorso, quest’anno, è stato dedicato all’articolo 29 della Costituzione. Gli allievi e le allieve hanno espresso le proprie considerazioni, attraverso componimenti scritti, audiovisivi, fotografici, digitali (in locale o su web), grafico-pittorici, mettendo in risalto il valore della famiglia per le nuove generazioni e i diritti da tutelare e riconoscere per potenziarne ruolo e funzione sociale. Gli elaborati sono stati valutati da una commissione e stamattina i migliori sono stati premiati.

Durante la manifestazione sono stati consegnati i premi e gli attestati alle scuole e alle allieve e agli allievi che hanno partecipato alla scorsa edizione, alle ragazze e ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo Rosario Livatino di Ficarazzi, della Scuola Secondaria di primo grado Pietro Palumbo di Villabate che si sono esibiti in un momento musicale. E’ stata anche premiata Dorotea Oddo, studentessa del liceo linguistico Ninni Cassarà di Palermo, per il suo elaborato sui valori della famiglia dal titolo “Finché morte non ci separi” mentre il vincitore di questa edizione è risultato l’istituto secondario ad indirizzo musicale Agostino Inveges di Sciacca.

“Un sentito ringraziamento va agli organizzatori del concorso per l’opera di sensibilizzazione, verso i nostri giovani, per l’attività mirata al rafforzamento dei valori della Carta Costituzionale, del profondo significato del nostro Inno nazionale e del senso dell’unità del Paese rappresentato dal Tricolore: valori e simboli, questi, che rafforzano sempre più quegli ideali di libertà, di democrazia e di solidarietà, specie in un momento così difficile per la nostra la nazione e il mondo intero – affermano il sindaco Leoluca Orlando e l’assessora alla Scuola Giovanna Marano – La comunità scolastica palermitana ha dato nell’emergenza pandemica prova di grande impegno e dedizione per assicurare continuità e cura a tutte le alunne e agli alunni e alle relative famiglie”.

Il concorso Tricolore Vivo è promosso dall’AGe (Associazione Italiana Genitori) Sicilia, in collaborazione con il CeSVoP, la Città metropolitana di Palermo e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia. Quest’anno l’iniziativa si è svolta con il Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Presidenza della Regione Siciliana, dell’Assessorato regionale dell’Istruzione, della Città metropolitana di Palermo e del Comune di Palermo.